Diritti degli interessati

diritti degli interessati gdpr

Diritti degli interessati

Gli interessati hanno dei diritti riguardo il trattamento dei propri dati che possono esercitare in qualsiasi momento obbligando l’azienda a darne riscontro entro 30 giorni (salvo complicazioni).
I diritti degli interessati sono:

• Il diritto ad essere informati
L’azienda deve fornire agli interessati l’informativa contenente le informazioni sui trattamenti previsti in maniera concisa, trasparente, comprensibile, facilmente accessibile, scritte in un linguaggio chiaro e semplice, gratuite e non sovrabbondanti (non è possibile fare un’unica informativa in cui mettere tutto).
Quando i dati vengono raccolti direttamente dall’interessato, l’informativa deve precedere la raccolta. Se invece i dati sono ottenuti da una fonte diversa, per esempio acquistati o comunicati da un terzo, l’informativa va fornita entro un “ragionevole periodo” dall’ottenimento dei dati e comunque non più tardi di un mese o quando si verifica il primo contatto con l’interessato stesso.

• Il diritto di accesso
Gli interessati hanno il diritto di accedere ai propri dati personali e alle informazioni relative al modo in cui vengono trattati. L’azienda ha l’obbligo di fornire la lista delle categorie di dati trattati, una copia degli effettivi dati raccolti, la descrizione delle modalità del trattamento, le finalità del trattamento, il modo in cui i dati sono stati raccolti ed i soggetti terzi con cui i dati sono stati eventualmente condivisi.

• Il diritto di rettifica
Gli interessati possono chiedere la rettifica dei loro dati personali nel caso in cui siano errati o incompleti. L’azienda ha il dovere di aggiornare tutte le terze parti ai quali ha comunicato i dati dell’interessato che devono essere rettificati, a meno che ciò non sia impossibile o particolarmente difficile.
In casi particolarmente complessi l’azienda può posticipare fino ad altri due mesi la soddisfazione della richiesta, informando comunque entro un mese l’interessato

• Il diritto all’opposizione
L’interessato ha il diritto di opporsi a determinati trattamenti effettuati dall’azienda quando questi si basano sul consenso, sull’interesse legittimo del titolare, sull’esecuzione di un compito di interesse pubblico o di esercizio di pubblici poteri o a fini di ricerca e statistica, scientifica o storica.

• Il diritto alla portabilità dei dati
L’interessato ha il diritto di richiedere ed ottenere in un formato elettronico leggibile i dati personali raccolti dall’azienda sia in maniera diretta (forniti dall’interessato stesso), indiretta (acquisiti da terzi) e i dati osservati (come ad esempio il tracciato cardiaco), allo scopo di trasferirli ad altro titolare, senza che l’attuale titolare crei alcun ostacolo.

• Il diritto alla cancellazione
Quando i dati non sono più utili per le finalità per le quali sono stati raccolti, in caso di revoca del consenso da parte dell’utente, nel caso in cui il consenso sia scaduto o quando sono stati trattati in modo illecito, l’utente ha il diritto di chiederne la cancellazione.
Il diritto alla cancellazione dei dati personali può essere negato quando:

  • sono trattati per un interesse pubblico (come la ricerca scientifica);
  • sono necessari per la difesa in giudizio o per adempiere a un obbligo di legge;
  • sono necessari per l’esecuzione di un compito di interesse pubblico;
  • sono necessari per l’esercizio di pubblici poteri di cui il titolare del trattamento è investito;
  • sono necessari per esercitare il diritto alla libertà di espressione;
  • sono trattati a fini sanitari e di interesse pubblico.

 

• Il diritto a limitare il trattamento
L’interessato ha il diritto di richiedere la limitazione del trattamento dei suoi dati personali se:

  • ne contesta l’esattezza;
  • si è opposto al trattamento e l’azienda sta valutando se esiste un motivo legittimo per impedirlo;
  • il trattamento è illecito, ma l’interessato richiede una limitazione anziché la cancellazione, ad esempio per esercitare un proprio diritto legale;
  • i dati non sono più necessari, ma l’interessato ne ha bisogno per esercitare un proprio diritto legale.
  • Anche in questo caso la limitazione deve essere comunicata a tutte le terze parti alle quali sono stati comunicati i dati personali dell’interessato.

 

• Diritti relativi ai processi decisionali automatizzati ed alla profilazione
Gli interessati hanno il diritto di non essere sottoposti a processi decisionali automatizzati, ovvero senza l’intervento umano (ad esempio la profilazione) e che producono un effetto legale o altrettanto significativo.



Utilizziamo cookie propri e di terze parti per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Utilizziamo anche cookie di profilazione per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consulta la nostra politica sui cookie. Cliccando sul pulsante “Accetto” o continuando a navigare il sito o questa pagina, acconsenti all’utilizzo dei cookie.