Modalità riservata di Gmail: email che si autodistruggono alla scadenza

gmail modalità riservata

Modalità riservata di Gmail: email che si autodistruggono alla scadenza

Hai già provato la Modalità Riservata di Gmail?
È una funzionalità che permette di aggiungere alle email una data di scadenza, e di proteggerle dalla copia, dall’inoltro, dalla stampa o dagli scaricamenti indesiderati. Il mittente può revocare l’accesso alle email riservate in qualsiasi momento, e una volta scadute non saranno più visualizzabili dal destinatario.

Per utilizzarla ti basta accedere alla nuova versione web di Gmail oppure utilizzare l’app mobile, e iniziare a scrivere un messaggio come faresti normalmente. A questo punto devi cliccare sulla piccola icona che mostra un lucchetto con davanti un orologio (oppure sul menu a tre pallini se stai usando l’app) e ti si aprirà una schermata dove potrai impostare le caratteristiche della Modalità Riservata.

Come puoi vedere dall’immagine hai anche la possibilità di impostare un “passcode SMS”. Se scegli di attivare questa opzione ti verrà chiesto il numero di telefono sul quale far pervenire il codice di accesso.

gmail modalità riservata passcode

Una volta inviato un messaggio con Modalità Riservata hai la possibilità di revocare l’accesso al destinatario in qualsiasi momento. È sufficiente andare tra i messaggi inviati e cliccare “Rimuovi accesso” in corrispondenza del messaggio.

Gmail modalità riservata & Privacy

Se da un lato la Modalità Riservata permette di rendere più privati i messaggi di posta scambiati tra due destinatari (rispetto ad un tradizionale messaggio Gmail), esistono dei punti delicati a cui prestare attenzione.

1. Il modo in cui Gmail elabora i messaggi riservati
Quando una persona invia un messaggio con la modalità riservata, Gmail sostituisce testo e allegati con un link. Se il destinatario legge il messaggio tramite la versione web o l’app di Gmail i contenuti sono visualizzati come se fossero parte del messaggio. Invece, se il destinatario utilizza un client di posta di terze parti visualizzerà un link; al clic sul link verrà richiesto l’accesso al proprio account Google.
Questo passaggio è delicato perché potrebbe far sì che qualche malintenzionato vada ad utilizzare tecniche di phishing e link-baiting fingendosi Gmail, spingendo quindi le persone a rivelare le loro informazioni personali di accesso.

2. Messaggi in modalità riservata dopo la scadenza
Google indica che quando un messaggio in modalità riservata scade non è più visualizzabile dal destinatario. Questa affermazione è vera solo in parte: se mittente e destinatario fanno parte della stessa organizzazione, l’azienda può utilizzare Google Vault per visualizzare le email anche dopo la scadenza.

3. Passcode e numero di telefono
Se il mittente decide di proteggere il messaggio con un passcode via SMS, dovrà inserire e dare in pasto a Google il numero di telefono del destinatario. Cosa succede a questo numero di telefono? Non è ben chiaro se e per quanto tempo venga memorizzato sui server Google, e se venga eliminato dopo la scadenza del messaggio. Se Google tiene traccia del numero di telefono anche dopo la scadenza, potenzialmente avrebbe la possibilità di associarlo al preciso indirizzo email del destinatario.

4. Copia e inoltro dell’email riservata
Anche se la modalità riservata impedisce che i destinatari copino, inoltrino, stampino o scarichino l’email, non impedisce loro di realizzare screenshot o foto del messaggio o degli allegati.



Utilizziamo cookie propri e di terze parti per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Utilizziamo anche cookie di profilazione per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consulta la nostra politica sui cookie. Cliccando sul pulsante “Accetto” o continuando a navigare il sito o questa pagina, acconsenti all’utilizzo dei cookie.